IDEE  E  PRODOTTI  PER  UNA  VITA  CONSAPEVOLE
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
L'ECOLOGIA IN PRATICA
UNO STILE DI VITA NATURALE
PER SE' E PER IL PIANETA
L'ECOLOGIA IN PRATICA
Sono la natura
sono la terra.
i miei occhi sono il cielo,
le mie membra gli alberi.
Sono la roccia,
la profondità dell'acqua,
non sono qui per dominare
la Natura.
Io stesso sono la Natura.

Indiani Hopi

Questa terra é sacra
<b>Questa terra é sacra</b>





Come potete comperare
o vendere il cielo,
il calore della terra?
l'idea per noi é strana.
Se non possediamo
la freschezza dell'aria,
lo scintillio dell'acqua.
Come possiamo comperarli?
Continua...
ONDE DI CRESCITA INTERIORE
ONDE DI CRESCITA INTERIORE La crisi ecologica - ovvero il principale problema di Gaia - non è l’inquinamento, i rifiuti tossici, il buco nell’ozono o qualcosa del genere. Il principale problema di Gaia è che un numero non sufficiente di esseri umani si è sviluppato ai livelli di coscienza postconvenzionali, planetari e globali in cui sarebbero spinti automaticamente alla cura per il globale comune. E gli esseri umani sviluppano questi livelli postconvenzionali, non imparando la teoria dei sistemi, ma passando attraverso almeno una mezza dozzina delle principali trasformazioni interiori, che vanno dall’egocentrico all’etnocentrico al mondocentrico, punto in cui e non prima, possono risvegliarsi a una profonda e autentica cura per Gaia. La prima cura per la crisi ecologica non consiste nell’imparare che Gaia è la Rete della Vita, per quanto vero ciò sia, ma nel promuovere queste numerose e ardue onde di crescita interiore, nessuna delle quali viene indicata dalla maggior parte di questi approcci del nuovo paradigma.
Continua... 
UN'ALTRA ITALIA E' POSSIBILE
UN'ALTRA ITALIA E' POSSIBILE 1 L’Italia vive l’anomalia di un nuovo Medioevo. Più che in altri paesi, è visibile in Italia l’emergenza ecologica, il degrado sociale e la crisi di fondamentali valori etici; permangono aree vaste di ignoranza, incapacità, ingiustizia. Meno facilmente che altri paesi, l’Italia quindi può affrontare la conversione ecologica delle attività economiche, il risanamento ambientale e morale del paese, la partecipazione diretta delle persone alla attività sociale ed una effettiva realizzazione di una sana cultura dei diritti e dei doveri che dovrebbero regolare ed ispirare la vita sociale collettiva. 2 Sia in Europa che nel resto del pianeta, vi è una tripla crisi :a) economica e finanziaria (causata da un modello di crescita superato) b) ambientale conseguente, c) socio-culturale. Tre grandi crisi che non trovano più risposte adeguate dal sistema della politica: non dai partiti socialdemocratici in crisi dappertutto e neppure dall’egoismo sociale e dall’indifferenza ambientale dei vari partiti conservatori. Solo un modello sociale e produttivo eco-orientato ed eco-sostenibile, che all’idea di una crescita senza limiti sostituisca un idea di sobrietà, che non escluda anche l’utilità di avere aree di decrescita virtuosa e felice, può essere in grado di affrontare le difficoltà del presente. ...Continua...
IL BENESSERE ANIMALE E' BENESSERE UMANO
IL BENESSERE ANIMALE E' BENESSERE UMANO di Maneka Gandhi

Mangiare carne è una delle maggiori cause della distruzione ambientale. Ogni specie non solo ha il diritto di vivere, ma la sua vita è essenziale per il benessere dell’umanità. Ciò che chiamiamo sviluppo, cioè la sterile città nella quale portiamo i nostri cani al guinzaglio, non è vita. Ci abituiamo così velocemente al malessere, alla tensione, alle carestie e alle alluvioni che pensiamo che i pezzi di carta che teniamo in tasca possano sostituire un corpo sano e una mente gioiosa. Scegliamo di non sapere che, praticamente tutte le nostre malattie sono causate dalla mutilazione e dall’uccisione di animali: dai 70.000 acri di foresta pluviale del Sudamerica abbattuti ogni giorno – che in gran parte servono per far pascolare il bestiame – fino al virus Ebola, proveniente dalle scimmie strappate dal loro habitat naturale in Africa allo scopo di fare esperimenti. Abbiamo ottenuto più cibo uccidendo i lombrichi con le nostre sostanze chimiche o abbiamo ottenuto più malattie? Abbiamo ottenuto una salute vigorosa allevando forzatamente bestiame per il latte e la carne, o abbiamo piuttosto ottenuto emissioni di gas metano che hanno contribuito enormemente all’effetto serra, mettendo in pericolo la vita del pianeta? Continua...

LA RIVOLUZIONE AMBIENTALE
LA RIVOLUZIONE AMBIENTALE

di Lester Brown

Per creare una economia sostenibile bisognerà sostenere una rivoluzione ambientale, come è avvenuto per quella agricola e industriale. Alla fine del libro Piccolo è bello, Schumacher parla di una società che violenta la natura e danneggia gli esseri umani e, da quando queste parole sono state scritte, diciotto anni fa, abbiamo potuto vedere con maggiore evidenza i modi con i quali la nostra società agisce proprio in quella direzione.Mi trovavo all’aeroporto di Dulles e presi una copia del US News and World Report, che conteneva un editoriale di David Gergen, un alto funzionario dell’Ufficio Stampa di Reagan alla Casa Bianca. L’articolo descriveva quello che stava accadendo oggi alla società americana e l’autore affermava che, in un certo senso, abbiamo perso la strada. Continua...

RISPETTA LA (TUA) NATURA
<b>RISPETTA LA (TUA) NATURA </b> Michele Vignodelli

Il nostro corpo e la nostra mente sono meraviglie naturali in pericolo, da difendere come le foreste, i fiumi, il mare e le montagne. Sono continuamente aggrediti dal sistema tecnologico ed economico che ci governa, proprio come il resto del mondo naturale.
Non potremo mai rispettare e vivere veramente la suprema bellezza e armonia della natura esterna se non cominciamo da noi stessi. Eppure esiste una spaventosa ignoranza sulla nostra natura interna, che fa pensare a una congiura del silenzio.
Negli ultimi anni sono emerse abbondanti prove dell’esistenza di
Continua...
RICORDO DI IVAN ILLICH
<b>RICORDO DI IVAN ILLICH </b>

Giannozzo Pucci *

Il primo libro di Illich, pubblicato alla fine degli anni '60, riguarda appunto la Chiesa nel processo di trasformazione della società moderna (The Church, change and development).
Il secondo, del 1970, intitolato "Celebration of Awareness (Celebrazione della consapevolezza": un appello alla rivoluzione istituzionale), è contro le certezze delle istituzioni che imprigionano l'immaginazione e rendono insensibile il cuore.
Poi, nel 1971, esce "Descolarizzare la società", che è stato al centro del dibattito pedagogico internazionale con la tesi che la scuola produce la paralisi dell'apprendimento e danneggia i ragazzi, educandoli a diventare meri funzionari della macchina sociale moderna. Convinto che il sistema educativo occidentale fosse al collasso sotto il peso della burocrazia, dei dati e del culto del professionalismo, combatteva i diplomi, i certificati, le lauree,
Continua...

LA VENDETTA DI GAIA
LA VENDETTA DI GAIA di James Lovelock

La vendetta di Gaia : assediati dall'inquinamento e dalle crescenti anomalie del clima, siamo al punto di non ritorno. Lo sostiene uno scienziato di fama mondiale.
Per millenni abbiamo vissuto con la strategia del parassita, ai danni dell'organismo vivente che ci ospita. Ora, assediati dall'inquinamento e dalle crescenti anomalie del clima, siamo al punto di non ritorno. Lo sostiene uno scienziato di fama mondiale.
Il parassita e' un essere che vive a spese di un altro organismo. Se ne nutre, cresce, si riproduce e prospera. Eppure, la sua non e' una strategia lungimirante. Le energie dell'organismo ospite diminuiscono giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto. Finche' un giorno accade l'inevitabile: l'organismo ospite si avvia a una fine certa. E il parassita, senza risorse, e' destinato a scomparire. Questa immagine e' la perfetta metafora della storia della specie umana. A dimostrarlo sono i fatti. Continua...

Il tao dell'ecologia
<b>Il tao dell'ecologia </b> Goldsmith E.
Muzzio
€. 19.63
Se vuoi comprarlo

In questo libro che presenta una summa generale del suo pensiero, Edward Goldsmith, famoso scienziato e promotore di iniziative ecologiste, ci accompagna ad un viaggio avvincente lungo la strada di una nuova visione del mondo. Umanità e natura come elementi armonici di un rapporto tutto da recuperare. L'illustrazione delle motivazioni scientifiche, etiche, psicologiche e religiose di un rapporto che abbiamo drammaticamente deteriorato. in excursus tra i temi quali l'attuale insostenibilità del nostro sviluppo economico, la presunta oggettività della scienza e la sacralità della natura, che ci offre tanti elementi per irflettere sul nostro rapporto con il mondo che ci circonda. Un classico recente della letteratura ecologista che qui riproponiamo alla vostra attenzione.
 categoria:

Casa ecologica


Trovati 21 articoli
  Pagine totali: 2 [1 2 ]   successiva >>
IMPATTO ZERO: TRA BISOGNI E FELICITA'
IMPATTO ZERO: TRA BISOGNI E FELICITA' Intervista a Colin Beavan di Laura Stefani

Un giorno nel novembre del 2006 Colin Beavan, quarantenne americano, scrittore di libri di storia, che si autodefi nisce a liberal schlub (traducibile come “un bamboccione di sinistra”), ha deciso di passare all’azione, anzi alla eco-azione. Dice che semplicemente era stufo di quelli come lui, quelli che a parole denunciano il riscaldamento globale, lo scioglimento dei ghiacci, la deforestazione e tutti i danni infl itti all’ambiente, ma nella pratica continuano a sposare uno stile di vita che ne è la principale causa. Obiettivo: vivere per un anno – con sua moglie Michelle, sua fi glia Isabella e Frankie, il cane – nel loro appartamento del Greenwich Village a Manhattan, a impatto zero. Riflessione Non stiamo parlando solo di azzerare le emissioni di carbonio, ma di un progetto ben più ambizioso, cioè cercare di limitare al minimo l’incidenza dei consumi umani su aria, corsi d’acqua, terra. Tradotto in termini di vita quotidiana signifi ca eliminare auto e mezzi pubblici, ma anche tv, frigorifero, lavatrice, smettere di prendere l’ascensore – la coppia abita fortunatamente solo al nono piano di un grattacielo
Continua...
VASTU: L'ARCHITETTURA OLISTICA
VASTU: L'ARCHITETTURA OLISTICA VASTU E ASTROLOGIA Se vogliamo comprendere il vastu dobbiamo sapere che esso è connesso all’astrologia vedica. Vi sono dei versi nella Bhagavad-gita nei quali è affermato che gli esseri celesti dirigono vari aspetti dell’universo. Le otto direzioni dello spazio sono controllate da loro. Indra, il re dei cieli e della pioggia domina l’est. Il sole sorge ad est e dunque ha un potere dominante in quella direzione. Se l’est ha un buon vastu potremo avere salute e prosperità. Varuna, il controllore delle acque, si trova a ovest. Saturno ha una forte influenza ad occidente e dunque un buon vastu a ovest elargisce buona cultura e abbondanza di cibo. Kuvera, il tesoriere degli esseri celesti, protegge la vostra ricchezza e le finanze al nord. Agni, signore del fuoco, è situato a sud-est, che è una buona posizione per il fuoco, le cerimonie del fuoco e per la cucina. Questa direzione è connessa al pianeta Venere. Sri Visnu è al nord est, dunque questa è la parte più spirituale della casa. Dunque questa parte della casa dovrebbe essere mantenuta molto pulita e adibita alla preghiera ed alla adorazione.
Continua...
LA CASA PASSIVA
LA CASA PASSIVA Quando si parla di bioedilizia non si può trascurare la casa passiva. Ancora non tanto celebre in Italia, inizia a farsi molto popolare in Germania e nei paesi scandinavi. La prima casa passiva è stata realizzata in un paesino tedesco, mentre tuttora costruzioni di questo tipo non sono frequenti nel nostro paese, tranne qualche esempio in Trentino Alto Adige. Il termine passiva sta ad indicare la funzionalità della casa, che senza utilizzo di alcun tipo di energia mantiene la temperatura ideale. Questa capacità è data dall'unione di tre fattori fondamentali, l'isolamento, l'uso di materiali naturali comuni della bioedilizia e l'impiego di fonti di energia rinnovabile. La casa passiva nasce infatti da un'esigenza di risparmio energetico che ci permette di ritrovare anche una migliore relazione con l'ambiente naturale circostante. Il termine passiva sta ad indicare la funzionalità della casa, che senza utilizzo di alcun tipo di energia mantiene la temperatura ideale. Questa capacità è data dall'unione di tre fattori fondamentali, l'isolamento, l'uso di materiali naturali comuni della bioedilizia e l'impiego di fonti di energia rinnovabile.
Continua...
CONDIZIONAMENTO AD ENERGIA GEOTERMICA
CONDIZIONAMENTO AD ENERGIA GEOTERMICA La Terra assorbe circa il 47% dell'energia che riceve dal Sole e la mantiene sotto forma di energia pulita e rinnovabile. Le pompe di calore ad energia geotermica sfruttano il fatto che la temperatura del terreno già pochi metri sotto la superficie si mantiene circa costante durante l'arco dell'anno: questo fatto permette di estrarre calore dal terreno d'inverno per riscaldare con una efficienza che si avvicina o supera il 400% e di cedere calore al medesimo in estate per condizionare. L'utente di un impianto di questo tipo non necessita quindi di due sistemi distinti, uno per riscaldare ed uno per condizionare, ma ottiene lo stesso risultato con un unico sistema ed in maniera più efficace ed efficiente. Le componenti di un impianto ad energia geotermica sono sostanzialmente tre: una o più pompe di calore normalmente collocate all'interno dell'edificio, un insieme di tubi opportunamente interrati per scambiare calore con il terreno ed un sistema di scambio di calore con l'ambiente interno (bocchette d'aria o pannelli radianti).
Continua...
TETTI VERDI
TETTI VERDI Il Tetto verde (tetto vegetale o anche copertura vegetalizzata) è un concetto di copertura che utilizza della terra e dei vegetali al posto dell'ardesia, della tegola... Storicamente, la costruzione di coperture vegetali è una tradizione in molti paesi scandinavi ed europei. Il mix tra terra e vegetali attecchiti sui tetti permette di realizzare delle coperture relativamente ben isolate, protette dall'aria e dall'acqua, resistenti al vento e al fuoco. Il tutto tramite materiali facilmente disponibili. Alcuni dati In Germania, durante gli ultimi 10 anni, il 10% dei tetti costruiti sono tetti verdi. Un sistema di punti concede una riduzione della tassa ambientale ai promotori immobiliari che progettano case con tetti verdi. A Berlino, ad esempio, la città prende a suo carico il 60% delle spese legate ai tetti ed all'impianto di trattamento delle acque pluviali. In Giappone, la città di Tokyo esige che ogni costruzione che occupa più di 10.000 piedi quadrati (929m2) di terreno sia coperta di piante sul 20% della sua superficie.
Continua...
AVERE UNA CASA VERDE
AVERE UNA CASA VERDE Vivere in modo ecologico non è solo una scelta ideologica: è diventato conveniente. Ecco proposte e costi del nuovo.... "Stile verde". Le case? Meglio se coperte da un prato, che è un buon isolante termico. Le piscine? Sì, se l’acqua è filtrata dalle piante. E il cibo? Meglio se è biologico. Vivono in case "passive", cioè che usano minime quantità di energia (e ne producono per i vicini). Si vestono con abiti di cotone e lana provenienti da coltivazioni e allevamenti biologici; non rinunciano agli ultimi gadget tecnologici, come lettori Mp3 e cellulari, ma li rivestono con materie plastiche di recupero; parcheggiano in garage un'auto ibrida, metà a benzina e metà elettrica. E fanno il bagno nella "biopiscina", un ecosistema completo, ricostruito in giardino. Sono i neo green, gli "integralisti del verde", un fenomeno sociale in crescita, soprattutto in California (Usa) e nel nord Europa.
Continua...
PERCHE' SONO ANDATO A VIVERE CAMPAGNA
PERCHE' SONO ANDATO A VIVERE CAMPAGNA di Leo Hickman

Oggi il rapporto tra città e campagna è simbiotico. Nessuna delle due può vivere senza l’altra. Verso la fine del 2008 le Nazioni Unite hanno annunciato una svolta nella storia dell’umanità. Per la prima volta le persone che vivevano nelle aree urbane erano di più di quelle che abitavano nelle zone rurali. Metà dei 6,7 miliardi di abitanti del mondo ora si sveglia al suono dei clacson invece che al canto del gallo. Stiamo per completare il nostro lungo viaggio dalla condizione di cacciatori e agricoltori a quella di cittadini moderni. Da molti punti di vista è sensato vivere e lavorare tutti insieme in una città, grande o piccola che sia. Nei secoli scorsi abbiamo creato fiorenti comunità – Roma, Londra, Parigi, New York – vicino ai luoghi più convenienti per i commerci e i trasporti, come i fiumi e gli estuari, e ben presto tutte sono diventate metropoli. In quest’ultimo secolo, a determinare la crescita delle città sono state strade e autostrade, perché l’automobile è diventata essenziale nella vita moderna. Anche gli aeroporti e le ferrovie sono stati fondamentali per lo sviluppo dei centri urbani.
Continua...
L'APPROCCIO DELL'EDILIZIA SOSTENIBILE
L'APPROCCIO DELL'EDILIZIA SOSTENIBILE di Lisa Modenini

Il tema della sostenibilità entra in modo sempre più evidente nel settore delle costruzioni ma non solo. Le questioni della sostenibilità fanno infatti ormai parte della vita quotidiana in tutti i suoi aspetti e sono dettate dall'osservazione di quanto sta accadendo al clima terrestre. I cambiamenti climatici diventano oggi sempre più evidenti. Basti pensare all'aumento della temperatura media terrestre e alle conseguenze che comporta sull'ambiente naturale e sulle attività umane (scioglimento dei ghiacciai, innalzamento del livello delle acque, alluvioni, perdita di biodiversità , etc.). È stato stimato che anche in caso di rispetto delle prescrizioni del Protocollo di Kyoto relative alla diminuzione delle emissioni di CO² , la temperatura terrestre salirà comunque di più di 1°C , per cui un intervento per frenare tali cambiamenti è necessario e non più rinviabile. Il dibattito attorno al tema della sostenibilità è iniziato nel 1987, quando il primo ministro norvegese Gro Harlem Bruntland pubblica il rapporto “ Our Common Future” in cui per la prima volta viene definito il concetto di sviluppo sostenibile.
Continua...
EDILIZIA, SOSTENIBILITA' E BIOARCHITETTURA
EDILIZIA, SOSTENIBILITA' E BIOARCHITETTURA di Federico Della Puppa

La sostenibilità nelle costruzioni Nel frattempo possiamo chiederci quali sono i passaggi, le politiche, le ipotesi perché nel futuro la sostenibilità diventi ciò che tutti auspicano ma che ancora non è. Per farlo cominciamo con il dire che l'edilizia, l'urbanistica e tutto ciò che ruota attorno al sistema delle costruzioni hanno un grande dovere ma anche una grande opportunità: inserire la sostenibilità al centro dei processi e dei percorsi che portano alla definizione di cosa fare, come farlo, con quali prodotti e con quali risorse e soprattutto dove. La sostenibilità è un percorso di sviluppo e come tale non ha solo una declinazione. Non esiste solo la sostenibilità ambientale, se pur centrale e fondamentale, ma anche la sostenibilità economica, quella finanziaria, quella urbanistica, quella tecnologica. Ma perché proprio l'edilizia? Perché come ci ricordano alcuni studi realizzati in ambito europeo, il settore delle costruzioni è il settore industriale in Europa a più alto impatto ambientale, dato che consuma il 45% dell’energia complessiva, produce il 50% dell’inquinamento ed quasi il 50% dei rifiuti.
Continua...
LE CASE IN PAGLIA: I VANTAGGI
LE CASE IN PAGLIA: I VANTAGGI Si sente sempre più spesso parlare di case di paglia, le più ecocompatibili e economiche soluzioni abitative. La storia di queste case non è però così recente, se ne può ricostruire la storia a grandi linee prendendo come evento fondamentale l'invenzione dell'imballatrice a vapore nel lontano 1800, momento in cui i primi coloni americani iniziarono a realizzare queste costruzioni dando alla tecnica di utilizzare le balle come pareti portanti il nome di “Nebraska”. Attualmente le case di paglia si associano però al nome di Barbara Jones, archietetta britannica. Il risparmio dal punto di vista economico, rispetto alla realizzazione di un'abitazione normale, è notevole. La tecnica non è complessa ed anzi più semplice delle case costruite in cemento e mattoni. Assistere alla costruzione di una casa in paglia è molto affascinante e il risultato prende vita davanti ai nostri occhi improvvisamente. A partire dalle fondamenta, a cui bisogna dedicare particolare attenzione per evitare i ristagni d'acqua, assistiamo ad un lavoro scrupoloso. Le balle vengono strette fra di loro per mezzo di cinghie di tessuto. Le balle sono compatte e strette tra di loro anche per impedire che il materiale possa sviluppare la sua capacità infiammabile in caso di fuoco.
IL DECALOGO DELLA CASA E DELL'UFFICIO SOSTENIBILE
IL DECALOGO DELLA CASA E DELL'UFFICIO SOSTENIBILE Dalla parte degli ecologisti ci sta il fatto che sempre più numerosi sono le aziende e le imprese che si avvicinano alla conversione ecologica, anche se bisogna avere un occhio discreto per saper discernere tra le pratiche ingannevoli del Green Washing e chi invece ha serie intenzioni. Per cui anche per i fissati dell'arredamento e del design non ci sono problemi, il mercato comincia a pullulare di occasioni e di novità, anche se i prezzi continuano spesso a far venire le vertigini a molti. Eppure con il denaro che viene sperperato per acquisti futili possiamo una volta tanto pensare bene in quale direzione spendere i nostri risparmi. 1.Riciclo, Riusco, Regalo. Quando abbiamo le tasche piene di un mobile, quando ormai sono ventanni che vediamo quella cassettiera e adesso fa troppo retrò per la nostra stanza, quando non vediamo l'ora di recuperare spazio e sbarazzarci delle poltrone, pensiamo a farle rivivere in altre case. Magari c'è qualcuno che contrariamente a noi ama quello stile un po' kitch, oppure qualcuno che sia in grado di farci qualche modifica per restituirla alla gloria. Possiamo utilizzare il circuito internet per vendere o regalare o scambiare, ma anche i giornali locali con i loro annunci hanno una buona diffusione. In ogni caso con un po' di creatività si possono trasformare un sacco di cose in oggetti nuovi con nuove funzioni, serve solo un po' di buona volontà e di creatività.
Continua...
CASE DI TERRA COMPRESSA
CASE DI TERRA COMPRESSA Gli architetti rispondono al nome di Martin Rauch e Roger Bolthauser e le loro opere sono quanto di più attuale si possa concepire in materia di architettura compatibile. Il materiale da costruzione è terra, o più precisamente limo e terra compressa, che viene poi depositata strato dopo strato, uno sopra l'altro, fino ad ottenere i risultati progettati. L'unico fattore che lascia tutti un po' meno entusiasti è il costo in termini di tempo e fatica per quanto riguarda la manodopera. Ma in termini ambientali la natura ne giova alquanto, visto che contrariamente al calcestruzzo le emissioni di CO2 per la produzione sono praticamente nulle. La fusione tra antico e moderno e quanto più affascina di queste case. Infatti nella casa in terra compressa resta il fascino delle antiche conoscenze di una volta, quando non solo nel Sud Italia non erano solo i pavimenti ad essere in terra cruda, ma anche le case, con i mattoni di paglia e fango. Ma per essere veramente abili e poter costruire case di ottima fattura e anche esteticamente di qualità è necessaria una conoscenza tecnica e innovativa non indifferente. Una preparazione che Roger Bolthauser con Martin Rauch hanno accumulato nei loro anni di studio e nella loro esperienza professionale.
Continua...
VOGLIO UNA CASA SANA
VOGLIO UNA CASA SANA Si chiama rete nazionale delle cooperative per l’abitare sostenibile ed è figlia di Federabitazione, di Lega Ambiente, dell’Isituto nazionale di Bioarchitettura e della Banca Popolare Etica. Si promette di realizzare, nei prossimi 2 anni, 1000 alloggi ecologici. Le eco-case, certificate d aun marchio di qualità, avranno un costo di costruzione più alto (15%) ma, secondo i calcoli fatti, consentiranno di risparmiare dal 25 al 30 per cento in luce e riscaldamento. E guadagnarci in salute grazie ai materiali naturali, ai pannelli fonoassorbenti, ai pannelli solari e alla schermatura contro l’elettromagnetismo. Per fare un esempio di come i materiali possono i material possono contribuire in maniera determinante a inquinare l’aria di casa, basta guardare i risulatati di uno studio della fondazione Salvatore Maugeri, che ha controllato per un anno la concentrazione di benzene in sei città europee (Anversa, Copenaghen, Rouen, Murcia, Padova e Atene): nonostante questa sostanza sia presente in maggiori quantità nell’aria delle città del sud, si concentra di più nelle case nordiche. Moquette, carta da parati, legno di pino o abete, tendaggi usati al Nord, sono più assorbenti di ceramica, marmo e muratura, diffusi al Sud. Le sostanze nemiche della salute sono tante, e spesso producono sintomi generici: indebolimento delle difese immunitarie, disturbi alle vie respiratorie, infiammazioni agli occhi, sino all’invecchiamento precoce delle cellule.
Continua...
PRATICHE DOMESTICHE DI EQUILIBRIO CON LA NATURA
PRATICHE DOMESTICHE DI EQUILIBRIO CON LA NATURA Non è solo la progettazione o la costruzione della casa con materiali ecocompatibili che ci assicura un'abitazione sostenibile o armoniosa con la natura. Ciò che ci spinge verso questo sono soprattutto le buone pratiche che dovrebbero entrare a far parte della gestione quotidiana degli ambienti domestici.La scelta di una casa ecologica ci coinvolge in prima persona nelle scelte consapevoli e nell'attenzione ai gesti quotidiani con i quali ci dedichiamo alla manutenzione e alle attività più frequenti, che vanno dal cucinare alla cura del corpo, dal giardinaggio al rapporto con l'infanzia. Partire dal presupposto che siamo parte di un tutto integrato, e comprendere le nostre esigenze anche alla luce delle esigenze del circostante, ci da una visione più ampia di ciò che può essere l'ecologia domestica. Si può partire innanzitutto dalla famiglia, per coinvolgere tutti nel cambiamento e condividere gli sforzi e le gioie di sentirsi parte della natura anche dentro la propria stanza. Non sono solo le casalinghe a doversi sobbarcare il peso dell'organizzazione pratica degli spazi e dei tempi domestici, anche figli, papà, nonni, devono essere coinvolti. Naturalmente si parte da gesti molto semplici che devono essere il riflesso di domande più profonde. Rivalutiamo cosa sia veramente necessario nei nostri consumi e nelle nostre attività quotidiane. 
Continua...
LA CASA ECOLOGICA DI PAEA
LEGNO: A PROVA DI LEGGE!
<b>LEGNO: A PROVA DI LEGGE! </b>

Perché scegliere il legno per arredare la propria casa? Perché il legno è sinonimo di calore ed accoglienza, è un materiale che 'riscalda' la casa e il cuore di chi la abita. Naturalmente è tutto relativo al tipo di legno scelto - naturale, laccato, tinto etc. - e allo stile, ma in generale quanto appena detto è assicurato proprio dalla scelta del materiale. Ma quando acquistiamo un mobile siamo sicuri che si tratti sempre di 'vero' legno? No, a meno che non ci venga fornita la scheda informativa - la carta d'identità - del prodotto. Il legno non è il pannello truciolare rivestito con un foglio di "carta melamminica" stampato ad imitazione del legno - ed impregnato di una resina che lo indurisce -, o con una pellicola di plastica - "laminato" - sempre stampata in modo "da somigliare a...". Fino a poco tempo fa mobili costruiti conpannelli truciolari venivano 'spacciati' per mobili in legno e come tali venduti - quantomeno non c'era possibilità di avere un 'documento' che specificasse i materiali utilizzati. Fino a poco tempo fa o ancora oggi?
Continua...

BAMBU': IL MATTONE DEL FUTURO
<b>BAMBU': IL MATTONE DEL FUTURO  </b> Maia Beltrame  
 
Cosa ci fa una costruzione in bambù immersa in un bosco di castagni? La domanda nasce spontanea quando, passeggiando nel Bosco di Capra, appena sopra Vergiate (VA), ci si trova davanti un grande capannone (in fase di realizzazione) ottenuto con questo esotico materiale. L'opera, che occuperà un'area di oltre 500 metri quadrati, è stata avviata lo scorso settembre dall'associazione Emissionizero e verrà ultimata e consegnata ufficialmente il 30 giugno 2003 al Comune di Vergiate, che l'ha voluta per adibirla a luogo d'incontro, feste ed eventi della collettività.Il progetto, che si ispira alla tecnica e allo stile dell'architetto colombiano Simon Velez, è firmato dal gruppo di architetti italiani di Emissionizero, diretti da Neri Braulin, che ne segue anche tutte le fasi della realizzazione. Nel cantiere si susseguono incontri e workshop tenuti da personale esperto, durante i quali si fa la conoscenza in modo concreto, cioè contribuendo attivamente ai lavori, di materiali e tecniche di costruzione ecocompatibili. 
Continua...
PARLIAMO DI PIANTE...
<b>PARLIAMO DI PIANTE... </b>

Estate operosa, anzi resto sempre un po' stupita perché nonostante le importanti e ineluttabili giustificazioni delle vicende legate al fare dell'umanità, improvvisamente almeno due volte all'anno (Natale e agosto) tutto si ferma come se niente fosse... Solo la natura prosegue il suo ciclo senza ferie e senza svaghi. Ed è una consolazione sapere che qualcosa può esistere anche senza il significato che la ragione umana "necessariamente" deve trovare per ogni cosa. Se ciò è vero è superfluo spiegare perché voglio parlare di piante. Quei piccoli vegetali simili ai grandi alberi che qualcuno considera minacce per la sicurezza umana e fonte di spese insostenibili per la civiltà moderna.
Continua...

FENG SHUI : MITO, REALTA' E LUOGHI COMUNI
<b>FENG SHUI : MITO, REALTA' E LUOGHI COMUNI </b> di Stefano Vettori

D.: Il Feng Shui tradizionale funzionava una volta, ma non è più applicabile alla vita moderna, soprattutto in Occidente.
In realtà, i cicli naturali e le relazioni tra uomo, terra e cielo sono rimasti praticamente immutati da migliaia di anni; solo la cultura si è modificata. L'efficacia di un intervento, quindi, è la stessa in una città occidentale del XXI secolo, come in un remoto villaggio cinese. Ovviamente nella pratica cambiano alcuni dettagli, ma i princìpi fondamentali rimangono inalterati. Nel Feng Shui ci occupiamo di archetipi eterni, connessi alla struttura stessa dell'essere umano, che si sono evoluti nel corso di milioni di anni. Mille o duemila anni di civiltà sono ininfluenti.
Continua...
FENG SHUI, BREVI CENNI
FENG SHUI, BREVI CENNI a cura di Mariagrazia De Cola

Armonia con la natura
“Per essere felici dobbiamo seguire solamente la legge della natura”, così diceva Confucio. Più si conduce una vita in armonia con la natura e più sarà una vita appagata.
Oggi scopriamo a poco a poco che l’ordine umano è solo una riproduzione di quello cosmico. Tutto funziona secondo gli stessi principi.
Da quando gli esseri umani non sono più parte della natura e hanno assoggettato la terra, hanno perso il loro rapporto originario con la natura. Il Feng Shui aiuta a diventare nuovamente consapevoli della propria origine.
La cultura cinese tratta la terra come un essere vivente,
Continua...
  Pagine totali: 2 [1 2 ]   successiva >>
 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
>>Casa ecologica
Ecologia domestica
Consumi consapevoli
SPECIALE TRASPORTI
Ambiente e Territorio
Natura e Wilderness
Iniziative e incontri
Tecnologie Dolci
Libri Consigliati
Chi é Chi
SPECIALE RIFIUTI
SPECIALE NUCLEARE
ECOLOGIA E POLITICA
SPECIALE ACQUA
LIBRERIA FIORIGIALLI
consulta i libri in:

Agricoltura e giardino 
Ambiente e territorio 
Ecologia /Ecologismo
Medicine naturali
Alimentazioni naturali
Etologia
Scienze olistiche
Altre economie
Politica e società 
Nord-Sud

per acquisti on line e per
approfondire gli argomenti
di questo DOSSIER,  la più
ampia scelta ed i migliori
libri con sconti e offerte
eccezionali !
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
7-11 NOVEMBRE 2017 - RIMINI - ECOMONDO
22 MAGGIO - 7 GIUGNO 2017 - FESTIVAL DELLO SVILUPPOSOSTENIBILE
22-25 GIUGNO SPILAMBERTO - FIERA SOSTENIBILE
27 GIUGNO - 16 LUGLIO TOUR PER PACHAMAMA
14-16 LUGLIO RESIA (UD) - SUMMIT CAROVANA DELLA ALPI
26-27-28 SETTEMBRE - THINK GREEN ECOFESTIVAL - ROMA
REGALO A CHI INQUINA E' LEGGE
GROENLANDIA: IN 4 GIORNI SCIOLTO META' DEL GHIACCIO, ORA QUASI TUTTO
IN GERMANIA STANZIATI 32 MILIARDI PER USCIRE DAL NUCLEARE
711 ECOLOGISTI UCCISI NEGLI ULTIMI 10 ANNI
WWF: L'ORA DELLA TERRA UNA GRANDE MOBILITAZIONE CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI
SOLAR IMPULSE AEREO A ENERGIA SOLARE
26 APRILE 1986 CERNOBYL
PER NON DIMENTICARE

LA NUOVA BICI A IDROGENO
100 KM CON 1/2 LITRO D'ACQUA

 Link
Envirolink Network
Natura Network
Feng Shui Consulting
Aduc Ass.Consumatori
Adiconsum Ass.Consumatori
Lega dei Consumatori
Codacons Ass.Consumatori
Unione Naz.Consumatori
Studio Arch.Bernardini
Ecofeminist
Lipu Protez.Uccelli
La voce dell'albero
Greennet
Greenpeace Italia
Legambiente Convento S.Giorgio
Italia Nostra
Natura Nostra Italia
INBAR Ist.Bioarchitettura
ANAB Ass.Bioarchitettura
Promiseland
Critical Mass
Paea progetti Energia
Consorzio Pannello Ecologico
CarBusters
Amici della Bici
Gruppi Acquisto Solidali
Thank-Water
Stile Biologico
Bioteca Associazione - Udine
IRIS strategie per l'ambiente
Wilderness
World Watch Institute
Wilderness in Italia
Fiera delle Utopie Concrete
Ecoage
Yoga Wear Bindu
OLO - conslulenti nel biologico
AMICI della Terra
Ecoistituto delle Tecnologie Appropriate di Cesena
Parchi italiani
Bioedilizia
ECO-ECOBLOG
EcoRiflesso.org
Verdi del Trentino
Associazione Torino Viva
TERRA NEWS
TERRANEWS
Officina Naturae
Artimestieri - Cooperativa Sociale
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo







 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Negozi | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it