forestiero che vai cercando la pace al crepuscolo, 
la troverai alla fine della strada. (F. Battiato)
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
I SENTIERI DELL' ESSERE
Le mille Vie della Spiritualità
I SENTIERI DELL' ESSERE
LA PRATICA DA SEGUIRE
Un monaco chiese a Dong-Shan:
C'è una pratica che le persone debbano seguire?
Dong Shan rispose:
quando diventi una vera persona c'è una tale pratica.
Sai essere freccia, arco, bersaglio?
<b>Sai essere freccia, arco, bersaglio?

Sai essere freccia, arco, bersaglio?
Conosci la sequenza delle costellazioni?
La fusione dell'idrogeno in elio?
Sai misurare la tua integrità?
Se rispondi
Avrai l'immortalità.

Laura Scottini

MEDITAZIONE TAOISTA
<b>MEDITAZIONE TAOISTA </b>





 

Chiudi gli occhi e vedrai con chiarezza.
Smetti di ascoltare e sentirai la verità.
Resta in silenzio e il tuo cuore potrà cantare.
Non cercare il contatto e troverai l'unione.
Sii quieto e ti muoverai sull'onda dello spirito.
Sii delicato e non avrai bisogno di forza.
Sii paziente e compirai ogni cosa.
Sii umile e manterrai la tua integrità.

 

IL VUOTO CHE DANZA
IL VUOTO CHE DANZA










di H.W.L. Poonja


Rimani ciò che sei ovunque tu sei.
Se fai così, saprai immediatamente
di essere Quello che hai cercato
per milioni di anni.

Non c'è ricerca,
perchè si cerca solo qualcosa che si è perso.
ma quando niente è andato perduto
non ha senso
cercare qualcosa.

Qui semplicemente Stai Quieto.
Non formare nemmeno un pensiero nella mente.
Allara saprai
Chi sei realmente.

per tre motici la ricerca e la pratica
sono follie fuorvianti
sono l'inganno della mente
per posporre la libertà.
Continua...

PAROLE SU DIO
PAROLE SU DIO Simone Weil
Non è dal modo in cui un uomo parla di Dio, ma dal modo in cui parla delle cose terrestri, che si può meglio discernere se la sua anima ha soggiornato nel fuoco dell’amore di Dio. … Così pure, la prova che un bambino sa fare una divisione non sta nel ripetere la regola; sta nel fatto che fa le divisioni.
Continua...
I BAMBINI
DAGLI OCCHI DI SOLE

I BAMBINI<br> DAGLI OCCHI DI SOLE

Ho visto i luminosi pionieri dell'Onnipotente
al confine dove il cielo si volge verso la vita,
scendere le scale d'ambra della nascita;
i precursori di una Divina moltitudine.
Essi venivano sul Sentiero della Stella del Mattino,
nella piccola stanza della vita mortale.

Li ho visti attraversare la penombra di una età
i bambini dagli occhi solari
portatori di una meravigliosa Aurora,
i grandi creatori dal calmo aspetto.

Li ho visti gli abbattitori delle barriere del mondo
i lottatori contro il destino nato dalla paura.
Li ho visti i lavoratori della Casa degli Dei,
i messaggeri di ciò che non può essere comunicato,
gli architetti dell'immortalità.

Li ho visti cadere nella sfera umana,
con i volti ancora luminosi della gloria immortale,
con voci che ancora parlavano con i pensieri di Dio,
con corpi resi splendenti dalla Luce dello spirito.

Portavano la Magica Parola, il Mistico Fuoco,
la dionisiaca Coppa della Gioia.

Li ho visti, i bambini che rendono l'uomo migliore,
coloro che cantano uno sconosciuto inno dell'Anima.
Ho sentito l'eco dei loro passi nei corridoi del tempo.
Ho visto gli alti sacerdoti della Saggezza,
della dolcezza, della Potenza e della Felicità Celeste,
i rivelatori delle vie solari della Bellezza,
i nuotatori delle acque tempestose dell'Amore,
i danzatori che aprono le porte d'oro del Nuovo Tempo.

Sono quì.
Camminano fra noi per mutare la sofferenza in gioia,
per giustificare la Luce sul volto della Natura.

Aurobindo 
IL SEGRETO DELLE STELLE CADENTI
IL SEGRETO DELLE STELLE CADENTI

di Maurizio Di Gregorio

Tutti cerchiamo qualcosa. Se lo cerchiamo nel mondo materiale pensiamo di trovarlo all’esterno di noi stessi. Se lo cerchiamo nel mondo spirituale siamo portati a credere di poterlo trovare all’interno di noi. Una massima dice: la risposta è dentro di te. Una battuta invece dice: la risposta è dentro di te, ma è sbagliata. Ambedue le affermazioni sono vere perché si riferiscono a due esseri diversi. Uno vero e l’altro falso. Come si fa a sapere quale é l’Io interiore che contiene tutte le risposte della vita? Dalla felicità. Nel primo caso si sa solo che si è felici, sia pure per un attimo, si è completamente, immensamente e interamente felici e più correttamente si dovrebbe chiamarla beatitudine. Nel secondo caso sappiamo solo, che a dispetto di ogni altra cosa, momentanea soddisfazione o eccitazione, non si è veramente felici. 
Aivanhov, definendo la natura umana, parla della coesistenza di una natura inferiore e di una natura superiore. All’interno di ognuno è una continua lotta tra due esseri (o stati di essere) in competizione che Aivanhov chiama Personalità e Individualità. “Persona “ è la maschera e in ogni incarnazione la maschera è diversa, “Individualità” è l’abitante della maschera, colui che non cambia, il vero Sé divino. La personalità è in parte ancora inesistente nel bambino ma già tracciata, si sviluppa con l’età come la trama di un tessuto e si consuma nella vecchiaia. Il risveglio dell’anima consiste nel riconoscimento del Sé interiore e nell’abbandono momentaneo della maschera della personalità. Ora anche se possiamo capire qualcosa del nostro essere maschera, né la mente, né il cuore né la volontà sono risolutivi.
E questo perché mente cuore e volontà sono una triade che esiste tanto nella natura delle Individualità quanto nella natura della Personalità.
“Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto” Quale è, in ogni dato momento, il cuore che chiede, la mente che cerca, la volontà che agisce? La strada dell’evoluzione spirituale, cioè della evoluzione dell’essere allo Spirito, è insidiosa perché ad ogni sviluppo della Individualità segue uno sviluppo della Personalità. Differentemente il discernimento è possibile solo dal punto di vista della Coscienza Superiore che è esattamente ciò che si illumina.
Fuori da questa esperienza si persiste sempre in un tipo di coscienza media, anche se ampliata o sofisticata, una coscienza media perché media in un equilibrio precario le necessità delle due nature....Continua...
I SETTE ASPETTI DELLA NUOVA COSCIENZA
I SETTE ASPETTI DELLA NUOVA COSCIENZA
di Ervin Laszlo

Il grande compito, la grande sfida del nostro tempo è cambiare se stessi.
Questo elenco delle principali caratteristiche della nuova visione, della nuova coscienza, è scritto per stimolare la trasformazione, perché è possibile acquisire una nuova consapevolezza, perché tutti possono evolvere, tante persone l'hanno già fatto ed è diventata una conditio sine qua non della nostra sopravvivenza sulla Terra.
La prima caratteristica è l'olismo, la visione olistica, per contrastare la visione frammentaria, disciplinaria, atomistica, che separa tutto: la mente dalla natura, l'uomo e la società dalla biosfera, e tutti i campi della realtà l'uno dall'altro. La visione olistica è proprio quella comprensione Continua...
I FIGLI DELLA LUCE
I FIGLI DELLA LUCE




 


I Figli della Luce si nutrono di Pace, Libertà, Amore, Giustizia, Grazia, Benevolenza, Comprensione, Compassione, Generosità, Bontà, Luce, Verità, Positività, trasmettendo tutto questo intorno a loro. Le creature che vengono in contatto con i Figli della Luce percepiscono la Positività dell’operato della “Luce Amore” e uno stato di benessere entra in loro. Non sono consapevoli della fonte di questa Positività, ma stanno volentieri in compagnia dei Figli Luce dispensatori d’Amore.
Continua...
UNA SPIRITUALITA' ECOLOGICA
UNA SPIRITUALITA' ECOLOGICA

di Matthew Fox

L’ecologia e la spiritualità sono le due facce della stessa medaglia. La religione deve lasciar andare i dogmi in modo da poter riscoprire la saggezza del mondo.
Come dovrebbe essere una religione ecologica? Negli ultimi 300 anni l’umanità è stata coinvolta in una grande desacralizzazione del pianeta, dell’universo e della propria anima, e questo ha dato origine all’oltraggio ecologico. Saremo capaci di recuperare il senso del sacro?La religione del futuro non sarà una religione in senso stretto del termine, dovrà imparare a lasciare andare la religione. Il Maestro Eckhart, nel quattordicesimo secolo disse, “Prego Dio di liberarmi da Dio”. Per riscoprire la spiritualità, che è il cuore autentico di ogni religione vera e fiorente, dobbiamo liberarci dalla religione. Sembra un paradosso. La spiritualità significa usare il cuore, vivere nel mondo, dialogare con il nostro sé interiore e non semplicemente vivere a un livello organizzativo esterno.
E. F. Schumacher, nel suo profetico modo di scrivere, disse, nell’epilogo di Piccolo è bello, “Dappertutto la gente chiede, ‘Cosa posso fare praticamente?’ La risposta è tanto semplice quanto sconcertante, possiamo, ciascuno di noi, mettere in ordine la nostra casa intima, interiore. Per far questo non troviamo una guida nella scienza o nella tecnologia, poiché i valori sui quali esse si poggiano dipendono sommamente dal fine per il quale sono destinate. Tale guida la si può invece ancora trovare nella tradizionale saggezza dell’umanità”.
Tommaso d’Aquino, nel tredicesimo secolo disse, “Le rivelazioni si trovano in due volumi – la Bibbia e la natura”. Ma la teologia, a partire dal sedicesimo secolo, ha messo troppa enfasi nelle parole della Bibbia, o del Vaticano o dei professori, ha messo tutte le uova nel paniere delle parole, parole umane, e ha dimenticato la seconda fonte della rivelazione, la natura!
Il Maestro Eckhart disse, “Ogni creatura è la parola di Dio e un libro su Dio”. In altre parole, ogni creatura è una Bibbia. Ma come ci avviciniamo alla saggezza biblica, alla saggezza sacra delle creature? Col silenzio. C’è bisogno di un cuore silente per ascoltare la saggezza del vento, degli alberi, dell’acqua e della terra. Nella nostra ossessiva cultura verbale, abbiamo perso il senso del silenzio. Schumacher disse, “Siamo ormai troppo intelligenti per sopravvivere senza saggezza”. Continua... 
SULL'ANARCHIA BUDDISTA
SULL'ANARCHIA BUDDISTA di Gary Snyder

Da un punto di vista buddista, l'ignoranza che si proietta nella paura e nel vano appetito impediscono la manifestazione naturale. Storicamente, i filosofi buddisti non hanno saputo analizzare fino a che punto l'ignoranza e la sofferenza erano dovuti o favoriti da fattori sociali, considerando il timore e il desiderio come fatti intrinseci alla condizione umana. Così, la filosofia buddista si interessò principalmente alla teoria della conoscenza e la psicologia fu svantaggiata, per dare più spazio allo studio dei problemi storici e sociologici. Anche il buddismo Mahayana possiede un'ampia visione della salvezza universale, la sua realizzazione effettiva si è concretizzata nello sviluppo di sistemi pratici di meditazione per liberare a una minoranza di individui da blocchi psicologici e condizionamenti culturali. Il buddismo istituzionale è stato chiaramente disposto ad accettare o a ignorare le disuguaglianze e le tirannie sotto il sistema politico che vigeva. È stata come la morte del buddismo, posto che è comunque la morte che riesce a far comprendere il significato della compassione. La saggezza senza compassione non sente dolore.
Continua...
 categoria:

Mente ed oltre


Trovati 14 articoli
  Pagine totali: 1 [1 ]  
UN FASCIO DI LUCE RIFLESSIONI SULL'INTUIZIONE
UN FASCIO DI LUCE RIFLESSIONI SULL'INTUIZIONE

di Bollettino Buona Volontà Mondiale 

Gli eventi mondiali attuali ci dimostrano che la vita dell'umanità ha raggiunto un importante punto di crisi. L'intensità dei disordini politici in America e in Europa, i conflitti protratti e brutali in Medio Oriente, in alcune parti dell'Africa e altrove, il pericolo di un ulteriore collasso finanziario, l'incombente minaccia a lungo termine, il tutto associato al cambiamento climatico - stanno causando in molte persone, di buona volontà, confusione e disperazione. Potrebbe sembrare che l'illusione della separazione abbia preso piede ancora una volta, quasi come una vendetta e che tutti i risultati faticosamente raggiunti negli ultimi decenni in materia di sviluppo, di diritti umani, di costruzione di buone relazioni internazionali, nella gestione ambientale, vengano compromesse, perdute. È fondamentale valutare con precisione la situazione mondiale, adottando un punto di vista distaccato nel vedere le cose nel contesto di un lasso di tempo più lungo.
Lo studio dell'evoluzione umana dimostra che i cicli di crisi e di tensione emergente nelle società – siano esse grandi o piccole – creano cambiamenti, la coscienza si evolve e la buona volontà emerge, in una maggiore espressione. Anche se è difficile non farsi coinvolgere dalla criticità degli eventi mondiali, sentendosi delusi a causa di tali apparenti blocchi, è importante comprendere come questi periodi rappresentino importanti lezioni da apprendere - lezioni che vedranno fiorire la coscienza umana in una maggiore espressione di Buona Volontà, mentre ci muoviamo verso una nuova fase del ciclo. Dobbiamo anche tenere conto della velocità del cambiamento che sta avvenendo in tutto il mondo in questo momento, in cui la coscienza velocemente si sta espandendo. Continua...
ORA TI CEDO IL PASSO
di Paola De Paolis


Ora ti cedo il passo
perché Tu prenda in mano l’enigma
e ne faccia il miracolo
pe’l quale venimmo assieme -
Tu paziente,
come luna crescente
nel cielo immoto.
Quanto tempo passammo a crederci soli?
Tutta quella storia
che nessuno mai leggerà,
estinta in questo momento
per sempre nuovo.

continua...
INSEGNARE DALL'INTELLETTO ALL'INTUIZIONE NELLE SCUOLE OGGI


di  Aïsha Guennoun

Alice Bailey ha scritto che: "La natura è il vero significato della meditazione, e il suo utilizzo su larga scala in Occidente ... può eventualmente sostituire i metodi attuali di allenamento della memoria, e dimostrarsi come fattore potente nel procedimento educativo moderno." Come può l’intuizione essere uno strumento didattico nelle scuole di oggi? Cosa possiamo fare oggi per favorire una formazione più concentrata sul suo sviluppo nelle scuole di domani? La sfida ora è quella di educare l'intelligenza in modo che diventi più ricettiva all’ intuito.
L'intelletto è la mente concreta che riceve, raccoglie e analizza le conoscenze per poterle applicare, ad esempio imparare a contare o utilizzare l'aritmetica mentale per fare acquisti. Quanto più si va avanti nei nostri studi, più si perfeziona l'uso dell'intelletto, mediante la riflessione su argomenti specifici. Quando usiamo l'intelletto e la riflessione su aspetti globali o nozioni intangibili, tocchiamo la frontiera della mente astratta, il regno delle idee universali. Tuttavia, è importante riconoscere che l'intelletto è ormai così talmente utilizzato nella nostra società, da bloccare l’azione dell’intuizione.Continua...
UN CASO DI SCRITTURA AUTOMATICA
UN CASO DI SCRITTURA AUTOMATICA

di Giulio Caratelli

La scrittura automatica, in brevissima sintesi, è un complesso fenomeno considerato di pertinenza della psichiatria, delle scienze psicologiche e della stessa parapsicologia e consiste nel fatto che un soggetto, in condizioni di trance o in vario stato “modificato di coscienza”, nonché nella veglia normale, può scrivere automaticamente, più o meno inconsciamente, fornendo comunicazioni di vario genere. Se in ambito psicologico si suppone che possa rivelare contenuti e strati profondi o rimossi della personalità individuale, nell’ambito medianico e parapsicologico è supposto che possa veicolare messaggi da parte di entità disincarnate e/o manifestazioni di ESP. A tali manifestazioni in qualche maniera “provocate” si possono aggiungere delle estrinsecazioni inattese e del tutto spontanee di un certo interesse, come nel caso che ora illustriamo.
Qualche tempo dopo, il mattino del primo marzo 1859, ancora addolorata e depressa per quella perdita, la donna era in giardino e, a un certo punto, avvertì il forte impulso di tornare a casa e mettersi a scrivere.
Ella non era una spiritista, non frequentava spiritisti e non si era mai occupata, pur avendone una certa conoscenza, di fenomeni spiritici, tuttavia una o due volte, spinta da semplice curiosità, aveva cercato di vedere se la propria mano potesse scrivere in maniera automatica. Il risultato di quei tentativi erano stati solo alcuni segni inintelligibili e poche parole senza senso. In definitiva era scettica sulla realtà di qualunque sorta di influenza e intervento diretto, sui viventi di quaggiù, da parte dell’altro mondo. Continua...
DALL'EGO ALL'UMILTA'
DALL'EGO ALL'UMILTA'
Ego e umiltà sono due cose poco capite, nessuno dei due è molto chiaro per la maggior parte delle persone. L'ego è confuso con l'io e l'umiltà con la povertà, con l'essere miseri, ma non è proprio così. Quindi è estremamente importante ridefinire cosa vuol dire ego e cosa vuol dire umiltà. Per EGO si intende l'errata percezione del sé. Non a caso da ego vengono fuori termini come Egocentrismo e Egoismo, due ovvi difetti. Se sbaglio nel percepirmi, sbaglio in tutto quel che ne consegue. Se riesco a percepire me stessa nel modo giusto allora saprò posizionarmi e posizionare tutto nel modo giusto. C'è una tale incomprensione della propria identità che ci ha portato lontano, da noi stessi e questo è il problema di tutti quanti, a ciò segue una carenza di autostima, di auto rispetto e di auto consapevolezza. La distanza con il vero sé è tanta e dovuta a impostazioni culturali, di convinzioni tramandate e da modi di essere alterati. Fin da piccoli ci dicono cos deve fare o non fare un "maschietto" e viceversa se sei una "femminuccia". Sono italiano, sono un medico ..... tutte identificazioni che segnano un coscienza fisica che andrà espandendosi ben oltre il necessario a discapito di una coscienza più vera.
Continua...
LA POESIA MANTRICA
LA POESIA MANTRICA

di Tommaso Iorco

Portare a compimento una nuova collana di poesia, in un’epoca come la nostra, così poco incline alla sensibilità poetica, può sembrare un’impresa anacronistica. Come se non bastasse, non è una generica collana di poesia, quella che noi proponiamo, poiché le nostre scelte seguono una direzione molto precisa e specifica — venendo a creare così una collana “di nicchia”, come si suol dire —, la cui meta si situa niente di meno in cima al monte Elicona: ci riferiamo alla poesia mantrica, vale a dire alla poesia ispirata, o meglio ancora (possibilmente) alla poesia rivelata. E tutto ciò, non attraverso la pubblicazione dei grandi classici del passato, bensì pubblicando autori moderni e per giunta poco conosciuti. In primis, il sommo Sri Aurobindo, in Italia così poco conosciuto, ma soprattutto mal conosciuto. Quanti sanno, per esempio, che lui considerava la poesia come il proprio strumento espressivo per eccellenza e che quanto di più importante ha scritto è stato facendo uso del verbo poetico? 
Eppure, in italiano, fino a pochi anni fa, non esisteva alcuna traduzione delle opere poetiche di Sri Aurobindo. Finché la collana Mantrica non è intervenuta per colmare questa enorme lacuna.
Ma, innanzitutto, che cosa si intende per “poesie mantrica”? Per tentare di illustrarne il senso, dobbiamo necessariamente fare ricorso allo stesso Sri Aurobindo, suprema autorità in materia. Partiamo quindi dalla citazione di un brano tratto da un carteggio personale (datato 2 giugno 1931), concernente l’ispirazione.
«La poesia, o perlomeno la poesia genuina, giunge sempre da alcuni piani sottili, passa attraverso il vitale creativo e utilizza la mente di superficie e altri strumenti esterni come meri canali di trasmissione. Nella produzione poetica possiamo distinguere tre elementi: la sorgente originaria dell’ispirazione; la forza vitale della bellezza creativa che conferisce la propria sostanza e il proprio impeto e che spesso determina la forma (tranne quando anche questa proviene direttamente dalla sorgente originaria); e infine la coscienza esteriore trasmettitrice del poeta. La poesia più genuina e più perfetta viene scritta quando la sorgente originaria riesce a proiettare la sua ispirazione pura e non diminuita nel vitale, laddove assume una forma e il potere di espressione originali che riproducono fedelmente l’ispirazione, mentre la coscienza esteriore, completamente passiva, trasmette senza alterazione ciò che riceve dalle deità degli spazi interiori o superiori. Continua...
EGO IL FALSO CENTRO E LA NATURA DELLA MENTE
EGO IL FALSO CENTRO E LA NATURA DELLA MENTE

di Osho

Come prima cosa, si deve comprendere cos’è l’ego. Un bimbo nasce. Egli viene al mondo senza alcuna cognizione, né coscienza del suo sé. E quando un bimbo nasce la prima cosa di cui diventa consapevole non è se stesso: come prima cosa diventa consapevole dell’altro. E’ naturale, perché gli occhi si aprono verso l’esterno, le mani toccano gli altri, le orecchie ascoltano gli altri, la lingua sente il sapore del cibo e il naso sente gli odori esterni. Tutti questi sensi sono aperti verso l’esterno. Nascere significa questo. Nascita significa venire in questo mondo: il mondo di ciò che sta fuori. Per cui, quando nasce un bambino, egli nasce a questo mondo. Apre gli occhi, vede gli altri. Gli "Altri" significano il tu. Egli dapprima diventa consapevole della madre. Poi, un po’ alla volta, diventa consapevole del suo corpo. Anche questo è l’altro, anche questo appartiene al mondo esterno. Ha fame e sente il suo corpo; il suo bisogno viene soddisfatto, ed egli si dimentica del corpo. E’ così che un bimbo cresce. Prima diventa consapevole dell’altro, e poi, a poco a poco, in contrasto con l’altro, diviene consapevole di se stesso.
 ​​​​​​Tale consapevolezza è una consapevolezza riflessa. Egli non è consapevole di chi lui sia. E’ semplicemente consapevole della madre e di ciò che lei pensa di lui. Se sorride, se gli fa dei complimenti, se gli dice: "Quanto sei bello", se lo abbraccia e lo bacia, il bimbo è soddisfatto di sé. In questo modo, è nato l’ego. Attraverso i complimenti, l’amore, le cure, egli si sente bene, sente di essere apprezzato, sente di avere un significato. Nasce un centro. Ma questo centro è un centro riflesso. Non è il suo vero essere. Egli non sa chi è; sa solo quello che gli altri pensano di lui. E questo è l’ego: il riflesso, ciò che pensano gli altri. Se nessuno pensa che lui sia utile, se nessuno gli fa i complimenti, se nessuno gli sorride, anche in questo caso nasce un ego: un ego malato, triste, rifiutato, simile a una ferita; un ego che si sente inferiore, indegno. Anche questo è ego. Anche questo è un riflesso. Dapprima viene la madre, e all’inizio la madre rappresenta tutto il mondo. Poi alla madre si uniscono gli altri, e il mondo continua a crescere. E più il mondo cresce, più l’ego diventa complesso, perché vi si riflettono le opinioni di molte altre persone. Continua...
IDEA E ESPERIENZA DI BELLEZZA
IDEA E ESPERIENZA DI BELLEZZA “Bello” - insieme a “grazioso”, “carino”, oppure “sublime”, “meraviglioso”, “superbo” ed espressioni consimili - è un aggettivo che usiamo sovente per indicare qualcosa che ci piace. Sembra che, in questo senso, ciò che è bello sia uguale a ciò che è buono, e infatti in diverse epoche storiche si è posto uno stretto legame tra il Bello e il Buono. Se però giudichiamo in base alla nostra esperienza quotidiana, noi tendiamo a definire come buono ciò che non solo ci piace, ma che anche vorremmo avere per noi. Infinite sono le cose che giudichiamo buone, un amore ricambiato, una onesta ricchezza, un manicaretto raffinato, e in tutti questi casi noi desidereremmo possedere quel bene. È un bene ciò che stimola il nostro desiderio. Anche quando giudichiamo buona un'azione virtuosa, vorremmo averla compiuta noi, ovvero ci ripromettiamo di compierne una altrettanto meritevole, spronati dall'esempio di ciò che riteniamo essere bene.
Oppure chiamiamo buono qualcosa che è conforme a qualche principio ideale, ma che costa dolore, come la morte gloriosa di un eroe, la dedizione di chi cura un lebbroso, il sacrificio della vita compiuto da un genitore per salvare un figlio… In questi casi riconosciamo che la cosa è buona ma, per egoismo o per timore, non vorremmo essere coinvolti in un'esperienza analoga. Riconosciamo quella cosa come un bene, ma un bene altrui, che guardiamo con un certo distacco, anche se con commozione, e senza essere trascinati dal desiderio. Spesso, per indicare azioni virtuose che preferiamo ammirare anziché compiere, parliamo di una “ bella azione”. Continua...
KATHERINE MANSFIELD - UNA STRANA MORTE
KATHERINE MANSFIELD - UNA STRANA MORTE

di Sonia Borghi

In questo libro Mario Pincherle ci racconta il dramma di Katherine Mansfield che si reca dal Piccolo Lama per riavere la salute. Così nella storia si evidenziano due opposte visioni del mondo, da un lato quella dei "disarmonizzatori dell'universo" la cui strada passa attraverso il dolore o, il che è lo stesso, la divisione. E l'altra visione armonizzante che non ritiene necessario che le rotture avvengano, ma che sottolinea l'importanza di ascoltare la voce che parla dentro di noi. Nel libro si ricorda che l'unica medicina per vivere è la vita. La Manfield desidera che la morte la trovi viva, capisce che l'amore  è il ricreare la Coppia perfetta. E' far emergere ciò che c'è di più bello e nobile nell'animo dell'altro. Gli amanti cosmici attraverso la loro unione formano l'uno, la perfezione, così si diventa capaci di funzionare in senso universale, mentre si guarisce il proprio amore si guarisce l'amore di tutti.
La divisione tra materia è spirito appare la causa della divisione e separazione interna a cui tutti siamo stati abituati a sottostare per ottenere il solo risultato di riempirci di paura e della paura di aver paura, per rinascere dovremo essere capaci di reinventarci e di non cercare più a tutti i costi il dolore e la sofferenza ma la saggezza dell'amore, chi ama veramente non soffre, ma diventa un anima trasparente che ottiene la chiave per riunire le due metà dell'Universo.
Adela personaggio fantastico creato da Pincherle per conversare con Katherine Mansfield, ci fa conoscere un anima la cui consapevolezza non sarà più rara in un futuro prossimo in cui le forze demoniache non saranno più credibili quando tenteranno di mascherarsi da Dio. Uscirà presto dalla terra qualcosa di molto nuovo, che riusciremo a capire se entreremo nello stato di coscienza in cui la vita e la morte non sono più in contraddizione tra loro, la morte è più vitale di una vita morta nella quale siamo comandati dalla paura e non ispirati dalla saggezza dell'amore creante e pulsante che solamente alla nostra parte razionale appare come un'inaspettato caos, perché ancorati ai nostri pregiudizi che ci impediscono di vederne il disegno e il senso completo, ma ci costringono ad una visione parziale. Continua...
LA 5° DIMENSIONE
LA 5° DIMENSIONE


di Patricia Diane Cota-Robles 

Stavo per scrivere un articolo sui meravigliosi accadimenti del Diciannovesimo Congresso Annuale Mondiale sull'Illuminazione quando l'Uragano Katrina si è abbattuto sulle nostre vite. Prima di inviarvi l'articolo in questione ho sentito la necessità di parlare di questa situazione che accade nel mondo esterno. Per porre un evento tanto difficile in qualche tipo di prospettiva desidero riconsiderare alcune delle informazioni già condivise a seguito dello tsunami in Indonesia.
In questa situazione apparentemente caotica e confusionaria si sta manifestando un Piano Divino che, in ultima istanza, solleverà il dolce pianeta Terra, con tutte le forme di vita che in esso si stanno evolvendo, sulle frequenze Pentadimensionali (5ª Dimensione; N.d.T.) dell'armonia e dell'equilibrio.
Le informazioni che seguono sono offerte all'Umanità dagli Esseri di Luce dei Regni della Verità Illuminata. L'Intento Divino di queste informazioni è offrire maggiore chiarezza e maggiore comprensione degli eventi che si stanno ora svolgendo sulla Terra. Vi prego di portare tali informazioni nel profondo del vostro cuore e di chiedere alla Presenza di Dio nel cuore di rivelarvi la Verità del messaggio. Il 2005 è un anno di cambiamenti e di purificazioni senza precedenti. In preparazione, l'energia dell'Umanità, la sua vibrazione e la sua coscienza, sono soggette a un'accelerazione del processo di elevazione. Ciò accade mentre il movimento progressivo dell'Inspirazione Cosmica, noto come Cambio dell'Era, si intensifica. Continua...

LA MENTE CREA TUTTO
<b>LA MENTE CREA TUTTO </b> Flavio Pelliconi

Non è facile rendersi conto che tutta la sofferenza esistenziale ha origine nella mente. Che noi, e solo noi, ne siamo i creatori. E' un pensiero che viene istintivamente rifiutato. Di solito, si invocano giustificazioni ,o si punta un dito accusatore contro gli altri. Preferiamo una vita a responsabilità limitata e quando l'insoddisfazione esistenziale diviene tormento, c'è sempre la comoda valvola di sfogo, della ricerca di un capro espiatorio: tu, loro, gli altri, gli uomini, le donne, ....... il karma, il destino, Dio.

Tutti sono responsabili di come ci sentiamo, tranne noi. Non vogliamo vedere che noi siamo i creatori della nostra sofferenza e che noi, e solo noi, possiamo essere i nostri liberatori. Non vogliamo vedere come
Continua...
LA FORZA DEL PENSIERO
<b>LA FORZA DEL PENSIERO</b> Pensiero Positivo: Pensiero Nuovo?
Mariagrazia De Cola

Quella corrente di pensiero spirituale che oggi viene chiamata Pensiero Positivo e che sta travolgendo vecchie credenze, materialismo, pregiudizi, dogmi, superstizioni, in realtà è il più vecchio pensiero esistente. Si può rinvenirlo infatti tanto negli scritti dei mistici che in quello dei poeti.
Fin dai tempi più antichi gli scrittori illuminati hanno divulgato frammenti di verità nascosti fra le righe di scritti di vario genere sapendo che chi era in grado di capire avrebbe compreso, mentre il resto dell’umanità non avrebbe nemmeno sospettato la natura degli insegnamenti nascosti fra le righe.
Questo vale tanto per testi sacri di ogni religione quanto per scrittori antichi e moderni quali Dante, Shakespeare, Bacone, Pope, Browning, Emerson, Whitman, Carpenter.
Questo “Pensiero Nuovo” agisce in nome di tutto ciò che serve a migliorare l’essere umano, comunica fiducia in sé stessi, libertà, salvezza, amore per il prossimo, sviluppa forze latenti, dà sicurezza, progresso, salute e vita, insegna a
Continua...
CAMBIA I TUOI PENSIERI E, IN UN BATTER D’OCCHIO, LA TUA SITUAZIONE CAMBIERA’ COMPLETAMENTE

<b>CAMBIA I TUOI PENSIERI E, IN UN BATTER D’OCCHIO, LA TUA SITUAZIONE CAMBIERA’ COMPLETAMENTE<br></b> Mère
Non puoi pensare intensamente ad una cosa, senza che il tuo pensiero prenda una forma. E¹ evidente che sarebbe un errore se tu pensassi che è una forma fisica, tuttavia nel mondo mentale essa esiste perfettamente.
... siamo circondati da ciò cui pensiamo. Capite bene che cosa vuol dire? Ogni volta che pensi a qualche cosa è come se avessi in mano una calamita e attirassi a te quella cosa - capisci? Ci sono persone che hanno la pessima abitudine di pensare sempre alle possibili catastrofi, e una sorta di continua apprensione per la disgrazia che potrebbe accadere all’improvviso.
E’ come se quelle persone avessero in mano una calamita per attirare le disgrazie, non solo su di sé ma pure sugli altri. Si creano una grossa responsabilità. Ma anche se non ci si può sempre impedire di pensare a
Continua...
MALATTIE EVOLUTIVE
MALATTIE EVOLUTIVE
Mariagrazia De Cola
:"....Questo è il grande errore del nostro tempo... I medici tengono separata l'anima dal corpo."
Platone
Risvegliare la coscienza
L'aspetto sottile delle malattie è ancora nuovo per l'umanità e per il suo grado evolutivo attuale, come lo è, ancora in parte, anche la medicina psicosomatica, ancora poco sviluppata. La coscienza dell’essere umano si identifica ancora con la forma esterna, con il mondo oggettivo percepito dai 5 sensi.
Dice Ouspensky, nel suo libro La quarta via, "il primo passo è
Continua...
  Pagine totali: 1 [1 ]  
Redazione
 Ricerca nel Dossier
 Menu
Home di questo Dossier
Elenco principale Dossier
Consiglia il Dossier
 Argomenti
Miti e Simboli
Le parole dei Maestri
Filosofie orientali
Filosofie occidentali
L'arte di vivere
>>Mente ed oltre
Psicologie transpersonali
Libri Consigliati
Iniziative ed incontri
Meditazione e Yoga
Chi è Chi
Sciamanesimo
Tao e Zen
Buddhismo
Esoterismo
Religioni ed ecumenismo
LIBRERIA FIORIGIALLI
consulta i libri in:

Astrologia
Esoterismo 
Channelling

Divinazione
Radioestesia
Reincarnazione
Numerologia
Tarocchi

Buddismo
Sufismo

Taoismo
Yoga
Zen
Meditazione
Vedanta



Angeli
New Age
Cristalli
Findhorn
Reiki

Jung
Mitopsicologia

Transpersonale  
Ricerca spirituale

Testi sacri
Cristianesimo

Sciamanesimo
Popoli Nativi
Indiani d'America
Celti

Maestri spirituali
Aivanhov
Aurobindo 
Alice Bailey
Baker
Castaneda 
Daskalos
Gurdijeff

Krishnamurti
Osho
Pierrakos
Yogananda

Teosofia
Antroposofia
Massoneria
Rosacroce 
Martinismo
Templari
Ermetismo
Cabala
Magia

Alchimia

per acquisti on line e per
approfondire gli argomenti
di questo DOSSIER, la più
ampia scelta ed i migliori
libri con sconti ed offerte
eccezionali !
ISCRIVITI alla Newsletter
Iscriviti alla Newsletter, riceverai le novità e le offerte nella tua e-mail

 News
29 SETTEMBRE 2018 MILANO - INCONTRO NAZIONALE LUCIS TRUST E SCUOLA ARCANA: IL CAMMINO VERSO L'UNITA'
04 APRILE 2018 FIRENZE - RASSEGNA INCONTRI TRA ORIENTE E OCCIDENTE - 4
23 GENNAIO 2018 FIRENZE - RASSEGNA INCONTRI TRA ORIENTE E OCCIDENTE - 1
30 GENNAIO 2018 FIRENZE - VANDANA SHIVA - IL PROFITTO MULTINAZIONALE AVVELENA IL CIBO LA TERRA IL PIANETA
28 GENNAIO 2018 FIRENZE - LECTIO MAGISTRALIS - LA DEMOCRAZIA DELLA TERRA
15 MARZO 2018 2018 MILANO - IL TEMPO NELLA PSICOTERAPIA
28 - 29 APRILE 2018 RIMINI - IL PERDONO PER LA PURIFICAZIONE DEL KARMA
30 MAGGIO - 05 GIUGNO 2018 CASTELLO DI TITIGNANO ORVIETO (TR) - YOGA SCIAMANICO UN RITIRO PER CONOSCERLO
01 - 08 MARZO 2018 RISHIKESH (INDIA) - INTERNATIONAL YOGA FESTIVAL
05 FEBBRAIO 2018 MILANO - MEDITAZIONE RAJA YOGA
03 FEBBRAIO - 04 NOVEMBRE 2018 RECCO (GE) - CORSO ESPERIENZIALE IL PERCORSO DEL LOTO
03 - 04 FEBBRAIO 2018 MILANO - CORSO FORMAZIONE COSTELLAZIONI FAMILIARI
24 - 25 MARZO 2018 FIRENZE - RITIRO DI MEDITAZIONE
24 - 25 FEBBRAIO 2018 - LE DUE VERITA' E LA SCIENZA BUDDHISTA DELLA MENTE
20 - 21 GENNAIO 2018 FIRENZE - TARA L'ENERGIA ILLUMINATA DEI BUDDHA
19 APRILE 2018 CESENA (FC) - LA VIA DEL DISIMPARARE
24 - 25 MARZO 2018 TORINO - GUARIRE LE 5 FERITE EMOZIONALI - ABBANDONO - INGIUSTIZIA - RIFIUTO - TRADIMENTO - UMILIAZIONE
18 FEBBRAIO 2018 MILANO - IL CODICE DELLA REALTA' - COME DISEGNARE IL TUO DESTINO
04 MARZO 2018 PADOVA - IL CODICE DELLA REALTA' - COME DISEGNARE IL TUO DESTINO
20 GENNAIO 2018 CESENA (FC) - REGRESSIONE ALLE VITE PASSATE AD APPROCCIO IMMAGINALE
17 FEBBRAIO 2018 MILANO - IGOR SIBALDI - CIO' CHE HAI SEMPRE DESIDERATO
18 - 21 GENNAIO 2018 POMAIA SANTA LUCE (PI) - RITIRO DI DHARMA E MEDITAZIONE VIPASSANA
14 E 21 GENNAIO 2018 PESARO - LETTURE DALLA BHAGAVAD GITA
12 GENNAIO 2018 TORINO - IL FEMMINEO SACRO
11 E 25 FEBBRAIO 2018 TORINO - CORSO DI COMUNICAZIONE EFFICACE
23 - 24 GENNAIO 2018 MOLFETTA (BA) - COLTIVARE UMANITA’ EDUCARE GENERANDO COMUNITA'
27 GENNAIO 2018 BATTAGLIA TERME (PD) - GRUPPI DI STUDIO APPROFONDIMENTO ANTROPOSOFIA DI STEINER - LETTURA E COMMENTO DEL TESTO DI W. GOETHE LA METAMORFOSI DELLE PIANTE
10 E 24 GENNAIO 2018 BATTAGLIA TERME (PD) - GRUPPI DI STUDIO APPROFONDIMENTO ANTROPOSOFIA DI STEINER - COMMEMORARE I DEFUNTI
25 APRILE - 01 MAGGIO 2018 TOSCANA - RITIRO YOGA IN MAREMMA
05 - 06 - 07 GENNAIO 2018 FOSSOLI DI CARPI (MO) - SEMINARIO ESPERIENZIALE DI GUARIGIONE SPIRITUALE
16 - 17 DICEMBRE 2017 PONSACCO (PI) - SEMINARIO DI COUNSELING RELAZIONALE CON MARCO FERRINI
07 DICEMBRE 2017 BOLZANO - LECTIO MAGISTRALIS DI CLAUDIO NARANJO
03 DICEMBRE 2017 BOLOGNA - GRATITUDINE LA CHIAVE PER UNA VITA SERENA
04 DICEMBRE 2017 CENTRO EWAM (FI) - INTRODUZIONE AL BUDDHISMO E ALLA MEDITAZIONE
21 APRILE 2018 CITTADELLA (PD) - ATMOSFERE DEL CORSO DELL'ANNO ESTATE E SAN GIOVANNI
24 FEBBRAIO 2018 CITTADELLA (PD) - ATMOSFERE DEL CORSO DELL'ANNO PRIMAVERA E PASQUA
 Link
Auroville
Aria Nuova Associazione
Amma - Italia
Corso in Miracoli
Thich Nhat Hanh
Psicosintesiamo
Spiritualsearch
Lightworker
La stazione celeste
Est-Ovest
Meditazione nel Web
Federazione Italiana Yoga
Rosacroce
Istituto Lama Tzong Khapa
Tibet e Buddismo italiano
Monastero Zen Il Cerchio
Krishnamurti
Aurobindo: Yoga Integrale
Ex Sai Baba
Camaldoli Com. Monastica
Riflessioni
Lucis Trust-Alice Bailey
innernet
Unione Buddhista Italiana
Assoc. Zen Internazionale
Istituto Ricerche Cosmos
Lama Gangchen Foundation
Psicoterapeuta a Napoli
L'Airone centro ricerche
Zenhome
Alchimia
Buona Volontà Mondiale
RTSI Mondi Vicini
Giuliana Conforto
Esalen
Noetic Institute
alternativo
padmanet
La Meditazione come Via
Ispa Psicodinamica
Fraternity
L'arte di vivere
La Tartaruga
Yoga Wear Bindu
Luci dei Maestri
Associazione Culturale Amici del Tai ji
Reiki - La Città della Luce – Centro Studi Discipline Bionaturali
BabajCenter
Protagonisti del Cambiamento
Armata Bianca
Nuova Coscienza
 Consiglia il Dossier
Tua e-mail E-mail destinatario Testo

 
home | Dossier | News ed Eventi | FioriGialli Edizioni | Libreria | Musica & Video | Bazaar | Newsletter | Ecocredit | Pubblicità | Mappa | contatti  
FioriGialli è un marchio Il Libraio delle Stelle - Via Colle dell'Acero 20 - 00049 Velletri
P. Iva 00204351001- email: info@fiorigialli.it - tel 06 9639055

sviluppo e hosting: 3ml.it